.
Annunci online

Caro Roberto Saviano, grazie dell’urlo

27 settembre 2008, occhio generazionale

PierPaolo Pasolini quarant’anni fa urlava al Paese la corruzione del sistema e l’omologazione culturale, lo faceva in tutti i modi che conosceva: letteratura , cinema, giornali, tv.
Aveva un’anima Pasolini e non ci rinunciò con il silenzio, come fece invece tutta la classe dirigente di allora, lui parlò e per questo fu ammazzato.

Quarant’anni dopo un altro uomo lancia un urlo al Paese con tutti i mezzi che conosce: letteratura, cinema, tv, giornali . Molti la chiamano Gomorra, ma è molto di più, è la parte sbagliata della storia.

continua su
http://www.articolo21.info/4257/editoriale/caro-roberto-saviano-grazie-dellurlo.html  




permalink | inviato da scuolantimafia il 27/9/2008 alle 17:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

MAFIA: I PARTITI ESPELLANO I COLLUSI

25 settembre 2008, Diario

 

Oggi come ieri Cosa nostra e'
un'organizzazione criminale spietata, oggi come ieri Cosa
nostra collude e fa affari, oggi come ieri Cosa nostra puo'
colpire le Istituzioni democratiche.

Il ricordo di questi
omicidi di uomini dello Stato deve spingerci a non farci
cogliere impreparati e a continuare a colpire sempre piu'
duramente le mafie e chi collude con esse". Lo ha detto il
senatore del Pd Giuseppe Lumia, ex presidente della commissione
parlamentare Antimafia, nel giorno dell'anniversario
dell'omicidio del giudice Terranova, ucciso il 25 settembre del
'79 insieme al maresciallo Lenin Mancuso, e del giudice Saetta
trucidato con il figlio lo stesso giorno del 1988. "In un
momento in cui - ha aggiunto l'esponente del Pd - il sistema
delle imprese ha scelto di affrontare a viso aperto la lotta
contro il racket e in cui esponenti delle forze dell'ordine,
della magistratura e del mondo dei media continuano a rischiare
la vita per il loro impegno al servizio del Paese, alla
politica, a tutta la politica, i cittadini chiedono un
supplemento di rigore e di coerenza nella lotta contro la
mafia".

Insomma, la politica, e' l'invito, "abbia la forza e
l'autorevolezza di espellere dalle proprie coloro i quali, al
di la' della responsabilita' penale, pongono in essere un
sistema di accertate, sistematiche e consapevoli relazioni con
boss di primo piano di Cosa nostra, pur procedendo,
naturalmente, in modo equo e responsabile".






permalink | inviato da scuolantimafia il 25/9/2008 alle 13:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia luglio        giugno